Crea sito

Libertà religiosa e sicurezza. Il dott. Buccarella nel CdR di NuovoMeridionalismoStudi

Acquisito al Comitato di Redazione di NuovoMeridionalismoStudi il dott. Marco Buccarella, dottorando in Scienze giuridiche presso l’Università di Foggia, che ha collaborato alla prima traduzione
italiana del documento OSCE relativo al tema della Libertà religiosa e sicurezza.

Gabriele Fattori (a cura di), Libertà religiosa e sicurezza, Pacini 2021

Crisi geopolitica, poi economica e ambientale, ora sanitaria: una crisi dopo l’altra il problema dell’insicurezza e del diritto alla sicurezza sono diventati l’emergenza del nuovo millennio e una priorità dell’agenda politica internazionale contemporanea.
Dopo l’Undici Settembre, ad essere costantemente in aumento sono stati soprattutto i timori legati alle degenerazioni del fenomeno religioso. Fondamentalismi, radicalizzazione e terrorismo di ispirazione religiosa hanno sconvolto la percezione stessa della sicurezza. I Governi hanno introdotto sempre maggiori restrizioni al libero esercizio delle pratiche e dei diritti religiosi in nome dell’interesse a difendere la ‘pacifica convivenza’, la ‘stabilità o l’armonia sociale’ o nella convinzione che questo garantisse migliori standard di sicurezza ‘nazionale’, ‘dello Stato’ o ‘pubblica’. Ma la religione è davvero un pericolo per la sicurezza pubblica? Politiche della sicurezza e libertà religiosa devono necessariamente confliggere? L’Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR) dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) capovolge questo paradigma. Le Linee Guida OSCE-ODIHR 2019 in materia di «Libertà di religione o convinzione e sicurezza» promuovono una differente nozione di sicurezza – sicurezza c.d. ‘integrata’ o ‘multidimensionale’ – che considera un’adeguata tutela dei diritti umani e della libertà religiosa il presupposto o una parte integrante per politiche della sicurezza davvero efficaci.
Le Linee Guida OSCE-ODIHR 2019, in questo volume tradotte per la prima volta in italiano, sono uno degli atti internazionali più rilevanti per gli studiosi del diritto di libertà religiosa e uno strumento necessario per gli operatori nel campo della sicurezza dello Stato, del territorio e/o pubblica. Nella stessa prospettiva di «sicurezza integrata», Libertà religiosa e sicurezza è anzitutto un manuale breve di settore, il primo per lo studio interdisciplinare del ‘diritto pubblico ecclesiastico della sicurezza’, di ricognizione e analisi delle fonti e delle questioni problematiche giuridiche caratterizzanti l’interazione tra diritto alla sicurezza e fenomeno religioso. Con il contributo degli specialisti del diritto ecclesiastico, internazionale, costituzionale, amministrativo e penale Libertà religiosa e sicurezza intende sostenere la formazione di esperti e professionisti nell’applicazione della legislazione nazionale in materia di sicurezza coordinata con la normativa interna a tutela del diritto costituzionale di libertà religiosa e armonizzata al quadro dei principi del diritto internazionale e dell’Unione europea.

INDICE

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione clicca sul pulsante ACCETTO maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Nuovomeridionalismostudi.it utilizza solo “cookie tecnici”. Nello specifico Nuovomeridionalismostudi.it utilizza specifici plugin per monitorare l’andamento delle visite sul proprio portale. Su Nuovomeridionalismostudi.it sono presenti funzioni social collegate ai principali social network quali Facebook, Twitter, Google +, Google Maps, YouTube, Vimeo.

Chiudi