NMS 5 – RICERCHE

Facebook Google + Twitter Stampa Salvatore Amato, Testimonianze […]

Salvatore Amato, Testimonianze sulla differenza del cristianesimo

Abstract: l’articolo si propone di mettere in luce il ruolo svolto dal cristianesimo nella fondazione delle più importanti categorie dello Stato di diritto. In particolare, viene dimostrato che tale ruolo è stato possibile grazie alla continuità di linguaggio esistente tra le differenti sfere del potere temporale e di quello spirituale, ossia di Cesare e di Dio.

Abstract: the aim of the article is to explain the important role of Christianity to provide a firm foundation for the fundamental categories of modern and constitutional State. In particular, the article demonstrates that this role of Christianity is due to the continuity between the dimensions of temporal power and spiritual authority, i.e. of Caesar and God.


__________________________________________________________________________________________

Danilo Boriati, Antropologie della società. La ritualità nelle feste tra località e globalità

Abstract: Questo contributo intende sottolineare la valenza assunta da specifici beni immateriali quali le feste per il mantenimento, attraverso i riti collettivi, delle tradizioni popolari nell’attuale contesto mondiale globalizzato.

Abstract: This paper wants to highligh the value assumed by specific intangible assets such as festivals for the maintenance, through collective rituals, of popular traditions in the current global context.

__________________________________________________________________________________________

Stefano Colavecchia, A proposito di alcuni studi recenti su imprenditori e intellettuali borghesi nel Molise tra età moderna e contemporanea

Abstract: Alcuni recenti studi hanno messo in luce l’importanza, nelle vicende del Molise in età moderna e contemporanea, del ruolo propulsore del ceto borghese locale. In età moderna la borghesia rurale, forte nel Settecento dell’appoggio della corona, mostrò segni di dinamismo imprenditoriale, mentre nell’età contemporanea il caso dell’impresa editoriale dei Colitti di Campobasso fa risaltare il rapporto complesso tra borghesia, politica, massoneria, amministrazione locale e fascismo. Da questo innovativo sentiero di ricerca è emerso come, nonostante l’isolamento, il ceto borghese molisano ebbe un dinamismo culturale e imprenditoriale meritevole di ulteriori studi.

Abstract: Some recent studies showed the relevance of entrepreneurs and erudites bourgeois on early modern and contemporary Molise. Some rural bourgeois in the early modern age, with the support of the Crown, shown signs os entrepreneurial dynamism. In the contemporary age, on the other hand, the case of Colitti’s press of Campobasso is paradigmatic of the plot between middle class, politics, masonry, local administration and fascism. These studies stressed how the bourgeois class was a relevant and dynamic economic and cultural force in modern and contemporary Molise, making this research path worhty a further deepening.

__________________________________________________________________________________________

Paolo Iagulli, Feticismo e sentimenti nell’ultimo Comte

Abstract: Tradotto recentemente per la prima volta in italiano, il capitolo sul feticismo contenuto nell’ultima grande opera di Auguste Comte, il Sistema di politica positiva (1851-1854), oltre a rivalutare quella che, secondo la sua legge dei tre stadi, ha costituito la prima fase del primo stadio dell’evoluzione dell’umanità, mostra anche chiaramente, rispetto alla trattazione del feticismo contenuta nel Corso di filosofia positiva (1830-1842), una decisa riabilitazione della sua “natura emotiva”. Il capitolo sul feticismo contenuto nel Sistema appare anzi esemplare di una più generale metamorfosi (sentimentale) di Comte, la cui riflessione più matura, che passa anche attraverso l’elaborazione di una peculiare “religione dell’umanità”, appare significativamente sensibile al tema delle basi emotive dell’umanità e della socialità.

Abstract: Recently translated into Italian for the first time, the chapter on fetishism in the last great work of Auguste Comte, Système de politique positive (1851-1854), not only re-evaluates, according to his law of the three stages, what constituted the first phase of the first stage of the evolution of humanity, but clearly evidences, compared to his treatment of fetishism in Cours de philosophie positive (1830-1842), a forceful rehabilitation of its emotional nature. The chapter on fetishism in Système appears exemplary of a more general (sentimental) metamorphosis at work in Comte, whose more mature thought, which also involved the elaboration of a peculiar “religion of humanity”, seems significantly sensitive to the theme of the emotional bases of humanity and sociality.


__________________________________________________________________________________________

Antonio Mancini, Cultura, culture e significati: temi, interrogativi e conclusioni possibili a partire dalle riflessioni di Richard H. Robbins

Abstract: Perché gli uomini pensano e si comportano in modo diverso? In che modo ha inizio il processo di comprensione di credenze e pratiche diverse dalle proprie? Perché un gruppo attribuisce un insieme di significati a un’esperienza, mentre un altro gruppo le attribuisce un altro insieme di significati? I membri di una società vedono il mondo in modo simile perché condividono la stessa cultura; gli individui hanno visioni del mondo diverse perché le loro culture sono diverse, afferma Richard H. Robbins.

Abstract: Why do human beings differ in their beliefs and behaviors? How can people begin to understand beliefs and behaviors that are different from their own? Why does one group assign one set of meanings to what they experience, whereas another group assigns it a different set of meanings? Members of a society view the world in a simil way because they share the same culture; people differ in how theiy view the world because thei culture differs, suggests Richard H. Robbins.

__________________________________________________________________________________________

Barbara Troncarelli, Diritto e geopolitica nella prospettiva cosmopolitica di una filosofia della complessità sociale

Abstract: Muovendo dalle considerazioni suscitate da un volume di Lorenzo Scillitani, il saggio intende affrontare alcuni aspetti della società odierna, oscillante tra dinamiche geopolitiche e tendenze globali, tra nazionalità e cosmopolitismo. Ciò offre elementi di riflessione all’idea di un ordine giuridico mondiale non come irrealizzabile utopia, ma come possibile affermazione del concetto dialettico di “unità nella differenza” mediante una normatività imperniata sul “diritto come dovere”, in una società che non può più essere meramente multiculturale, bensì interculturale e capace di promuovere un vero dialogo tra soggetti diversi eppur uniti da un reciproco dovere di rispetto dei diritti di tutti in quanto cittadini del mondo.

Abstract: Starting from considerations on a monograph of Lorenzo Scillitani, the paper intends to tackle some aspects of today’s society, which oscillate between geopolitical dynamics and global tendencies, between nationality and cosmopolitanism. This offers elements of reflection on the idea of a world juridical order not as unrealizable utopia, but as possible affirmation of the dialectical concept of “unity in difference” through a normativity based on “right as duty”, in a society that can no longer be merely multicultural, but intercultural and capable of promoting a real dialogue between different people, united by a mutual duty of respect for the rights of all as citizens of the world.


__________________________________________________________________________________________

Rosa Tagliamonte, L’educazione scientifica in Italia: il divario tra Nord e Sud e la bassa propensione dei giovani a intraprendere corsi di laurea nelle scienze di base. Dal settore spaziale una proposta per invertire la tendenza

Abstract: Scienza e tecnologia giocano un ruolo importante per garantire la prosperità socio-economica dell’Europa. I risultati conseguiti dagli studenti europei nelle indagini internazionali evidenziano una carenza di preparazione nelle materie scientifiche e in matematica e, nel caso italiano, mettono in luce anche una frattura fra Nord e Sud, con risultati più bassi nel Mezzogiorno. In Italia, inoltre, il calo delle immatricolazioni alle classi di lauree delle scienze di base desta preoccupazioni relativamente alla capacità del sistema Paese di rispondere alla domanda di ricercatori e tecnici qualificati. Lo Spazio offre opportunità per rilanciare l’educazione scientifica grazie all’attrattività che esercitano i programmi spaziali nell’immaginario collettivo.

Abstract: Science and technology play an important role in order to ensure social-economic prosperity of Europe. Results achieved by European students in international surveys highlighted a decline in young people’s interest for science studies and mathematics. In the Italian case surveys highlight a rift between Northern and Southern, with lower results in the South. Furthermore in Italy the drop in university enrolments to courses in basic sciences raises concerns about the capacity of the country system to respond to the demand of qualified researchers and technicians. Space offers opportunities to relaunch science education thanks to the attractiveness of space programs in the collective imagination.